sabato 7 novembre 2015

La magia dell'autunno


E' autunno. Le foglie si staccano dagli alberi e cadono al suolo volteggiando e ballando lungo le vie invisibili del vento. I boschi si tingono di giallo, arancione e rosso. Odorano di pioggia e ricordano vagamente il rumore della carta stracciata ogni volta che un solitario passante calpesta il manto di foglie cadute. In casa c'è profumo di thé, cannella, arancia e zucca...Il calore di una bevanda e di una pietanza preparata con amore rallegrano le giornate che si accorciano sempre di più e lo sferruzzare a maglia di una nonna seduta davanti al camino mi fa pensare: 
"Quanta poesia c'è in tutto questo?
Come è misterioso l'autunno..." 

Tutto sembra dormire: la terra dorme sotto una coperta di foglie leggere, gli animali nel bosco vanno in letargo e anche il sole, pigrone, rincasa più presto per far un sonnellino. Eppure in questo silenzio io vedo la vita, vedo la naturalezza di stare insieme a passeggiare in un parco, la felicità in un dolce appena sfornato e già tante manine che corrono per prendere l'ultima fetta, la curiosità di fermarsi a leggere un libro e vivere mille avventure, vedo l'attesa negli occhi delle persone che amano il Natale e che già iniziano a desiderare che arrivi. In autunno riscopro la bellezza delle piccole cose, quelle semplici e genuine che sono in realtà le più grandi, le più vere. In autunno riscopro l'amore per me stessa e per gli altri, così semplicemente attraverso questi colori caldi, tra i profumi che parlano di famiglia, in un abbraccio tra cappotti e capelli che si impigliano nella sciarpa, con parole che seguono le foglie...e danzano....danzano...danzano...



Nessun commento:

Posta un commento